Addio alla residenza di Castel Gandolfo

Sarina Biraghi – Un altro “segno” di papa Francesco. Dopo la rinuncia a vivere nell’appartamento papale in Vaticano, Bergoglio dice addio anche a un’altra storica residenza: a partire dal 21 ottobre, infatti, le stanze pontificie di Castel Gandolfo diventano un museo. Il magnifico palazzo che domina sul lago di Castel Gandolfo è stato l’ultimo rifugio di papa Benedetto XVI che il 28 febbraio 2013 lasciò il Vaticano e si trasferì in elicottero nella residenza estiva in attesa dell’elezione del pontefice suo successore. index L’appartamento, che dal Seicento (tranne un periodo di abbandono dal 1870 agli anni Venti) era sempre disponibile per il Papa, verrà inglobato al resto della struttura, che già da oltre un anno è visitabile da fedeli e turisti.